MODULI IN PRESENZA

Federica De Paolis foto curriculum 1920
WORKSHOP ADATTAMENTO DIALOGHI
a cura di FEDERICA DE PAOLIS
a Maggio
L’Adattatore Dialoghista: è l'autore cui è affidata la trasposizione, l'elaborazione e l'adattamento in sincronismo ritmico e labiale dei dialoghi di prodotti audiovisivi stranieri al fine di rendere nella lingua italiana lo spirito originale dell'opera. Intende formare una classe di studenti a numero chiuso per questa attività mediante un esercizio pratico costante durante le lezioni. Si presentano gli aspetti tecnico-pratici, le caratteristiche artistiche dell’adattamento ma anche le funzioni di contorno della professione e l'intero ciclo di lavorazione. Il corso di formazione per adattatori cine-televisivi è rivolto a chiunque, interessato al mondo del cinema - voglia avvicinarsi alla professione di autore dei dialoghi; ovvero chi cura l’adattamento nella propria lingua di opere audiovisive e cinematografiche. Il corso illustrerà le nozioni tecniche necessarie alla professione di dialoghista-adattatore. Per questa attività la formazione professionale è improntata su un assiduo esercizio pratico. E’ necessario sincronizzare riflessi, occhio, tempistiche per le lunghezze e capacità di interpretare i movimenti delle labbra. Di pari passo con la formazione tecnico-pratica, il corso porterà i propri iscritti a lavorare su e con la propria creatività. Il percorso formativo dell’adattatore-dialoghista passa attraverso lo studio dei vari generi di prodotti audiovisivi: dal seriale, al cartone, dal film al documentario non a sync evidenziando differenze stilistico-tecniche tra i vari tipi di lavorazione. Si affronta in modo più ampio, la scrittura originale dei dialoghi in sceneggiatura, ovvero il parlato scritto. Nel corso si affronteranno i seguenti punti:

- Linguaggio cinematografico e televisivo
- La story line
- Visione e contestualizzazione dell’opera originale
- Analisi dei personaggio
- Struttura del dialogo
- Imparare il sync, individuare le labiali, controllo della lunghezza.
- Il Voice over
- La grammatica del copione del dialoghista
- La scrittura dei dialoghi (il parlato scritto)
- Uno sguardo ai sottotitoli
- Revisione testo e controllo video

Il Laboratorio d’Arte Cinematografica rilascerà un attestato di partecipazione.
10 incontri da 2 ore.

Curriculum
 
Paolo Gaudio foto curriculum 1920 x 1080 copia
MODULO ANIMAZIONE
STOP MOTION
a cura di Paolo Gaudio
a Maggio
RESUME
Presentazione del mio lavoro e del mio workflow lavorativo sviluppato nel corso degli anni. Visione del mio showreel e di alcune tra le mie produzioni più note.
TEORIA
- Introduzione: Partiremo con un’introduzione di tipo storica, analizzando film e autori particolarmente rilevanti per quest’arte: da Starewich a O’Brian, passando per Harryhausen e Selick.
Inoltre, analizzeremo come questa tecnica si sia sviluppata nel tempo e a quali innovazioni tecnologiche sia giunta nella costruzione dei pupazzi e dei set.
- Focus sugli Effetti Speciali:
Ci soffermeremo su come il passo uno per anni è stata la tecnica utilizzata dagli Studios americani per realizzare effetti speciali e creature per film di genere Fantastico come Star Wars, Robocop o Ghostbusters. Un breve excursus sull’evoluzione della tecnica e dei suoi maestri - come Phill Tippett o Randy Cook - fino all’attuale applicazione in questo campo.
- Autori Est Europa, UK, USA: Un approfondimento monografico su alcuni degli autori che hanno sperimentato questa tecnica per realizzare la loro personale idea di cinema. Da Jan Švankmajer ai Fratelli Quay, passando per Robert Morgan e Peter Lord fino a giungere alla coppia Tim Burton / Henry Salick, nonché ai cineasti Wes Anderson e Charlie Kaufman.
- Stop Motion moderna:
La rivoluzione industriale apportata dallo Studio d'animazione americano Laika,la replacement animation e il funzionamento della stampante 3D.
PRATICA
- Sviluppo del soggetto, lo storyboard e la regia:
Ogni prodotto animato nasce da un’idea, che prende forma in un soggetto e si sviluppa nella sceneggiatura. Prima con lo storyboard e poi attraverso la regia, questa narrazione si trasforma in racconto per immagini.
Approfondiremo l’aspetto estetico sia scenografico, sia relativo ai personaggi per la Stop Motion, affrontando tutte le fasi che portano alla realizzazione di un’animazione iniziando a sperimentarle attivamente.
- Come si costruisce un pupazzo:
Durante il corso ogni studente potrà costruire un proprio pupazzo e apprendere le diverse modalità usate nelle serie televisive e nei lungometraggi in Stop Motion:
● Sviluppo del design del soggetto da realizzare
● Analisi delle diverse possibilità tecniche e dei materiali ● Costruzione dell’armatura e del suo rivestimento
● Colorazione
● Patina
- Luci e design:
Fondamentali per illuminare una maquette o un modellino. Particolare attenzione verrà posta sullo sviluppo di un design originale e funzionale per i puppets e le scenografie.
- Software e Reflex:
Per realizzare le nostre animazioni, useremo il software professionale Dragon Frame: ad oggi il programma più utilizzato dalle produzioni e dagli studi d’animazione di tutto il mondo. Combinato con il sistema di reflex Canon EOS, questi due strumenti sono stati la base tecnologica per capolavori d’animazione passo uno come Boxtrolls o ParaNorman.
Il Laboratorio d’Arte Cinematografica rilascerà un attestato di partecipazione.
durata modulo 20 ore
Curriculum